Una corretta ed efficace skincare routine comincia dal mattino.

Durante la notte infatti, la nostra pelle lavora producendo sebo e proprio per questo quando ci svegliamo è importante andare a detergere e nutrire il nostro viso. Ma non solo: una buona skincare mattutina ci permette di rimuovere le cellule morte, così come i residui di trucco non perfettamente eliminati con lo struccante la sera prima.

Gli step per una buona skincare sono semplici e veloci, ma fin da subito efficaci!

1. Detersione:

l’acqua fredda sul viso potrà anche farci sentire subito più sveglie, ma da sola non basta. E’ infatti fondamentale abbinare un buon detergente, in grado di rimuovere le impurità depositate sul nostro viso. Per le pelli miste o grasse prediligo una formulazione a base di gel d’aloe vera, in grado di prevenire ed eliminare le impurità grazie al delicato potere astringente. Per le pelli secche invece la scelta puo’ ricadere su un detergente più idratante, magari a base oleosa. In entrambi i casi ricordiamoci di scegliere un prodotto delicato, che rispetti il pH fisiologico della nostra pelle.

Beauty tip: nella fase di detersione evitate l’utilizzo della classica saponetta profumata: tende infatti a seccare l’epidermide, stimolando una maggiore produzione di sebo proprio perchè responsabile dell’irritazione delle ghiandole sebacee.

Esempio di un buon gel detergente per pelli miste, QUI

2. Applicazione del tonico:

sono molte le persone che non sanno bene come e dove collocare il tonico nella propria beauty routine. Il mio consiglio è quello di applicarlo la mattina, prima della crema. Ce ne sono diversi in commercio, principalmente troviamo i tonici con azione idratante per le pelli più secche e quelli con azione esfoliante\purificante. In entrambi i casi, hanno una caratteristica in comune: riequilibrano il pH della pelle e aiutano a penetrare e ad agire i trattamenti successivi.

Beauty tip: applicare il tonico con un dischetto di cotone e con movimenti circolari favorirà una buona riattivazione cellulare, contrastando i piccoli segni d’espressione e rendendo la vostra pelle subito più luminosa.

Esempio di tonico, QUI 

3. Idratazione:

non ci resta che scegliere la crema idratante, per completare la nostra routine oppure come base per il nostro makeup. Mi raccomando: è fondamentale selezionare la crema più adatta in base alle caratteristiche della nostra pelle, ma è altrettanto importante considerare il periodo dell’anno in cui la utilizziamo. E’ consigliato prediligere creme dalla texture più leggera in estate, per lasciare spazio a creme più ricche in oli e burri durante l’inverno. Potete potenziare l’azione idratante e nutriente selezionando un buon siero, da applicare prima della crema. Quest’ultimo potete crearlo voi, scegliendo un olio vegetale adatto alla vostra pelle: l’olio di macadamia ad esempio è un olio leggero e con azione sebo regolatrice, pertanto è adatto anche alle pelli miste\grasse. Per le pelli più secche invece mi piace molto l’azione dell’olio di carota, idratante e ricco in beta carotene: agisce preservando l’elasticità della pelle e contrastandone i segni dell’età. Potete applicare l’olio prescelto su tutto il viso con movimenti circolari e con l’aiuto di un dischetto di cotone precedentemente inumidito, rispettando così il film idrolipidico della pelle e favorendone l’assorbimento.

Beauty tip: non limitiamoci a spalmare la crema soltanto sul viso! Anche collo e decolletè hanno bisogno di idratazione e nutrimento per rimanere giovani, anche se spesso ce ne dimentichiamo.

Esempio di crema idratante per pelli miste, QUI 

Non ci resta che mettere in pratica questi semplici consigli… Buona skincare mattutina a tutti!!

 

-Beatrice Ambra