Rappresenta una delle piante aromatiche più diffuse del Mediterraneo, il profumo del Rosmarino è noto da secoli per i suoi molteplici impieghi. Secondo il mito la nascita della pianta viene dalla storia d’amore tra Apollo e la principessa di babilonia Leucatoe. Questa punita dal padre ad essere sepolta viva per aver ceduto agli amori del dio, si trasformerà in una pianta di Rosmarino grazie alla penetrazione dei raggi solari nella sua sepoltura. Grazie a questo mito, riportato nelle metamorfosi di Ovidio, nasce la tradizione, soprattutto nel nord Europa di accompagnare i defunti nel loro viaggio attraverso questa pianta officinale.

Leggende

Molto nota è la leggenda sulla regina Isabella d’Ungheria, che grazie ad una pozione di rosmarino riesci a guarire dai suoi acciacchi da settantaduenne. Purtroppo le mie ricerche a riguardo non hanno confermato e la personalità e il periodo di tale storia. Ciò nonostante la leggenda fu presa per vera e molte altre personalità importanti furono curate con un tonico a base di rosmarino. Racconta Saint Simon che anche sua maestà il re Sole fu curato in questa maniera. Il tonico al rosmarino compare anche nei Memoires di Madame de Sevigné, lettura preferita dall’amatissima nonna di Proust, elogiato come elisir di lunga vita.

Caratteristiche

Il rosmarino è una pianta particolarmente facile da coltivare, sopratutto nel bacino del mediterraneo. Appartiene alla famiglia delle Laminacee, il suo nome in botanica è Rosmarinus Officinalis. “Rosmarino” viene dall’unione delle parole latine Ros e Maris letteralmente rugiada di Mare, ad indicare le zone favorite dalla pianta. Le sue proprietà più spiccate sono quelle diuretiche e stimolanti della secrezione di bile. Note anche quelle antibatteriche e antisettiche. Il merito è di principi attivi quali l’acido rosmarinico, la canfora, l’acido caffeico, l’acido betulinico, l’acido carnosico, il carnosolo, il cinenolo e il linalolo.

Per la sua azione purificante il rosmarino si dimostra particolarmente adatto nella cura dei capelli. Grazie all’azione stimolante che esercita sul follicolo può essere un validissimo aiuto nelle cadute e nella seboregolazione.

Si ricorda che se si utilizza olio essenziale di rosmarino è bene sempre diluirlo in un olio vettore, poiché potrebbe, se usato puro, causare gravi irritazioni cutanee.

Questa settimana abbiamo pensato dalla redazione di deanna a qualche rimedio a base di rosmarino di cui potrete beneficiare facilmente a casa vostra.

Rimedi

Per contrastare la caduta, rinvigorire la chioma unite dieci gocce di olio essenziale di rosmarino a 20 ml di cera di Jojoba o olio di Argan e frizionatelo giornalmente sul cuoio capelluto per un periodo di almeno due mesi.

Purificate la pelle del viso con l’infuso di rosmarino ottenuto facendo macerare 50 grammi di fiori e foglie di rosmarino in 1 litro di acqua bollente per 15 minuti. Filtrate e utilizzatelo come tonico a seguito della detersione serale.

Rinvigorite i muscoli e alleviate i reumatismi o le contusioni preparando un olio per massaggi al rosmarino. Utilizzate 30 gocce di olio essenziale per 200 ml di olio di mandorle oppure 100 gocce di tintura madre di rosmarino. Agitate e massaggiate sulle zone interessate fino a completo assorbimento.

Nicolò – deanna team