Colore e trucco: perchè la conoscenza dei colori in cosmesi è l’ABC di un buon make-up artist

Saper abbinare i giusti colori fra loro è un arte che in molti danno per scontato, ma dare risalto al viso nel modo giusto è un’impresa che richiede una buona conoscenza della teoria base del make up e del colore.

Le Basi del colore: Colori primari, secondari e terziari

Colori Primari

Sono i colori di base che non possono essere ottenuti da nessuna combinazione di colori.

3 in totale: Rosso, Blu, Giallo.

La luce, elemento principale nella cosmesi, è data dalla mescolanza di questi tre colori che sono il punto di partenza su qui realizzare qualsiasi combinazione di colore.

Dalla combinazione dei colori primari fra loro otteniamo: i colori secondari, terziari, complementari e neutri.

I colori primari generano i colori secondari ma i stessi secondari non possono generare nessun colore primario.

credit: Sarah Renae clark

Colori Secondari

Sono quei colori che si ottengono dalla fusione in parti uguali (1/2+ 1/2) di 2 colori primari e sono:

Viola (rosso+blu) ; Verde (giallo+blu); Arancio (rosso+ giallo)

I colori secondari hanno sempre un colore primario in comune, il che li rende in armonia fra loro.

•Verde e arancio hanno in comune il giallo

•Viola e arancio hanno in comune il rosso

•Verde e viola hanno in comune il blu

Colori Terziari

Si ottengono dalla combinazione di 2 parti di un colore primario (1/3+1/3) con una parte di un altro primario (1/3) e sono:

•Blu + giallo + giallo= Verde giallo

•Rosso + giallo + giallo = Giallo arancio

•Rosso+ rosso è giallo= Rosso arancio

•Blu+blu+giallo=Blu verde

•Blu+blu+rosso=Blu viola

•Rosso+ rosso + blu= Rosso viola

Ogni volta che un colore secondario, ottenuto da due primari, viene a miscelato o sovrapposto con il terzo primario, esso perde di forza e a tende a neutralizzarsi.

Colori complementari

Sono dati da un primario e da un colore secondario ottenuto dall’unione dei restanti colori primari (suo colore diametralmente opposto).

•Blu (primario) e Arancio (secondario ottenuto da giallo+rosso)

•Giallo (primario) e Viola (secondario ottenuto da blu+rosso)

•Rosso (primario) e Verde (secondario ottenuto da giallo+blu)

Sono coppie di colori opposti che se affiancati danno il loro massimo risalto e se sovrapposti si annullano e si neutralizzano l’uno con l’altro in quanto l’occhio umano non è capace di percepirli contemporaneamente.

Colori neutri

Sono il bianco che rappresenta la luce, il nero che rappresenta l’assenza di luce e la scala di grigi che rappresenta il passaggio graduale tra ombra e luce.

Non hanno colori complementari.

Colori caldi e freddi

In base all’emozione e alla temperatura che comunicano i colori, possiamo distinguere i colori in caldi e freddi.

I colori caldi

Sono i rossi, i gialli, arancioni, tonalità di marrone, bronzo, rame e pesca.

I colori freddi

Sono quelli che vanno dal rosa al fucsia, dal verde al blu, dall’azzurro al viola.

Come abbinare quindi i colori fra loro?

In primis, se si è alle prime armi, si consiglia di partire da basi consolidate, per poi sperimentare e vedere qual è l’abbinamento che fa al caso nostro.

Linee generali da seguire:

  1. Attenzione alla tonalità della pelle:  L’effetto cromatico finale di un cosmetico è sempre la somma del colore del cosmetico+colore della pelle. In base al colore della pelle -chiara o scura- il colore del trucco avrà un effetto diverso.
  2. Risparmiate tempo e denaro unendo i colori primari: miscelando tra loro i colori primari, in percentuale variabile, possiamo quindi ottenere colori secondari e terziari, ovvero infinite combinazioni per creare un make up originale e vincente. Avete bisogno di pochi colori. Blu per intensificare e giallo per dar luce, creeranno ad esempio diverse tonalità brillanti di verde.
  3. Per un trucco correttivo usate i colori complementari: neutralizzano inestetismi della pelle. Ad esempio per le occhiaie di un verde spento-grigio, potete applicare un correttore arancio prima e dopo un fondotinta beige ambrato che riprende il colore del vostro incarnato. Evitate di truccare gli occhi con matite e ombretti verdi o blu che metterebbero solo in risalto le occhiaie.

4) L’ombretto nero se viene applicato assoluto sulla pelle, risulterà spento e poco profondo: applicate l’ombretto nero solo su altri colori già applicati e sfumati,

5) Rosso, tonalità calde del mattone, bronzo, rame e viola per dare risalto e profondità

6) Prugna scuro, nero-blu, marrone scuro testa di moro per intensificare e dare maggiore intensità (attaccatura delle ciglia)

7) Usate un correttore verde per coprire i rossori: il verde è il colore complementare al rosso e se applicato prima di quest’ultimo è in grado coprire l’inestetismo. Se il rossore è diffuso, utilizzate un primer verde.

8) Utilizzate un correttore giallo per illuminare ed eliminare le discromie della palpebra:

l’ideale sarebbe avere una pelle chiara, serve a chi ha bisogno di illuminare il contorno occhi e vi consiglio di fissarlo con della cipria.

 

 

Fonti: https://www.manuale-trucco.com/la-teoria-del-colore-nel-make-up-professionale/

 

Greta-Team Deanna