Struccarsi con l’olio di cocco è una pratica molto gettonata, ma fa davvero bene alla nostra pelle?

L’olio di cocco è un alimento e ingrediente cosmetico di cui si discute continuamente. Alcuni anni fa la moda diceva ‘no’ a questo olio perché ricco di grassi saturi e cattivo per la nostra salute, secondo alcune correnti era troppo grasso per trattamenti estetici e secondo altre era l’ideale per la preparazione di qualsiasi ricetta di bellezza.

Poi tutti questi falsi miti sono stati sfatati ed è diventato un must have per la preparazione di ricette culinarie, per maschere, impacchi, come olio per corpo e capelli, sbiancante dei denti, struccante etc. etc.

In particolar modo è spopolata la pratica di struccarsi con l’olio di cocco (diventato ancora più celebre per rimuovere il make up di altri olii come quello di oliva, mandorla, jojoba etc.) considerato un alleato imbattibile per la nostra pelle, capace di idratarla e rimuovere le impurità.

E ora? Va bene usarlo o no?

Non è l’ideale struccarsi con l’olio di cocco, in quanto questo olio non rispecchia le componenti di uno prodotto struccante: quest’ultimo deve avere una base oleosa (sostanze grasse che sciolgono il trucco), una parte acquosa (acqua o sostanza che si sciolgono in essa) e tensioattivi (elementi utili per la detersione).

L’olio di cocco non viene eliminato in mancanza di una parte acquosa e l’acqua non ha alcun effetto sul trucco in quanto non contiene elementi oleosi in grado di scioglierlo, nonostante l’olio possa sciogliere il grasso del sebo e del trucco.

Se non volete usare l’olio di cocco solo per maschere e come ingrediente plus ma dovete rimuovere il trucco a tutti i costi, fatelo al massimo distribuendo l’olio su un dischetto di spugna bagnato e su pelle umida.

E la reazione sulla nostra pelle?

Dipende dal vostro tipo di pelle!

L’olio di cocco è comedogenico e non è quindi consigliato per persone con pelli grasse e acneiche, ma potrebbe contribuire a un loro peggioramento.

Non ha proprietà umettanti ma respinge l’acqua, per cui fornisce una scarsa idratazione.

Per un’idratazione efficace e profonda dobbiamo scegliere dei prodotti con componenti umettanti che aiutano a mantenere l’acqua nella nostra pelle, emollienti che levigano la pelle e agenti occlusivi che creano una barriera molto sottile: grazie alla sua presenza l’acqua nella pelle non evapora eccessivamente

Per cui non è l’ideale anche per coloro che hanno una pelle secca e all’inizio hanno notato un’idratazione e un assorbimento dell’olio immediato, in quanto le sue proprietà non sono abbastanza efficace per dare risultati effettivi.

 

 

Greta – Team Deanna