Vediamo come risolvere problema delle gambe e caviglie gonfie che affligge moltissime persone, soprattutto le donne.

Il problema delle gambe gonfie è correlato con il microcircolo, ovvero con la circolazione sanguigna, tutto il sistema di vasi ematici di dimensioni ridotte (capillari, arteriole, metarteriole, venule).

È importante che il microcircolo funzioni correttamente, in quanto il nostro organismo ne può giovare sia a livello estetico, che di composizione corporea e performance.

Anche i capillari linfatici inseriti negli spazi interstiziali delle cellule, che hanno il compito di drenare il liquido extracellulare, fanno parte del microcircolo. Quando il sistema dei capillare linfatici non funziona correttamente, si presentano situazioni di stasi dei liquidi e di un conseguente gonfiore e infiammazione.

Cause del gonfiore alle gambe

Una situazione di gonfiore alle gambe e cattiva circolazione si manifesta:

-Con i cambiamenti climatici e l’aumento delle temperature, che favoriscono la pesantezza e il gonfiore nei piedi, caviglie, polpacci e cosce. Questo perché l’umidità e il caldo favoriscono la dilatazione delle vene negli arti inferiori, ristagno dei liquidi nel sistema linfatico e una conseguente ritenzione idrica o edema sul nostro corpo.

-Posizioni statiche mantenute a lungo: in questo caso il gonfiore alla gambe è dato da una stasi dei liquidi. Ad esempio quando si sta in piedi a lungo o seduti per troppo tempo.

-Allenamento scorretto e difficoltà di drenaggio e deflusso: è comune, soprattutto tra le donne, avere la tendenza ad allenare in palestra solamente le gambe e i glutei o a focalizzarsi su di essi con allenamenti troppo latticidi (ovvero con alte ripetizioni, cedimento muscolare), che porteranno ad una difficoltà nel deflusso dei liquidi nell’organismo a causa del congestionamento e pompaggio muscolare.

-Gravidanza

-Assunzione di farmaci (anticoncezionali per esempio)

-Eventi traumatici a livello degli arti inferiori

-Sbalzi ormonali

Aumento di peso improvviso

-Abiti eccessivamente stretti o tacchi alti

-Sedentarietà

Come migliorare il microcircolo e avere gambe leggere

1)Movimento e allenamento sì, ma con la testa: per stimolare la circolazione, risulta benefica un’attività cardiovascolare. Evitate quindi bike, cyclette e tutte quelle attività in cui dovete restare seduti. Curare la flessione è importantissimo per attivare il microcircolo. Nel caso in cui siate particolarmente sedentari, diventa importante iniziare a muoversi e a dedicarsi a passeggiate o corse blande e cardio non eccessivamente impattante. Un’intensità troppo elevata (Hiit e allenamenti intervallati) causano richiamo di sangue e liquidi a livello muscolare e una conseguente difficoltà nel deflusso per soggetti con una microcircolazione debole o predisposeti. In palestra prediligete esercizi pliometrici, allenamenti PHAT (Peripheral Heart Action Training) e allenamenti di forza in buffer, come sottolineato nell’articolo del Project Invictus.

2)Alimentazione: Alimenti confezionati, troppo salati, cibi in scatola, salumi, formaggi, sale eccessivo, possono provocare ritenzione idrica che genera a sua volta gonfiore, in particolare sulle gambe. Prediligete alimenti ricchi di vitamina C e flavonoidi come agrumi, kiwi, alimenti depurativi tra cui fragole, mirtilli e ribes, fonti antiossidanti dalle proprietà vasoprotettrici,

3)Integrazione: esistono ottimi rimedi naturali e integratori per arginare il problema del gonfiore alle gambe, come gli estratti secchi concentrati in tannini e saponine che vanno assunti per via orale e hanno proprietà vasoprotettrici e antinfiammatorie sulla circolazione venosa periferica. Le piante che contengono tali principi attivi sono: L’ippocastano, il Rusco, la Centella, l’amamelide, il Ginkgo Bilboa, la Vite rossa.

4)Bevete: Tè e tisane diuretiche sono un valido aiuto per aumentare l’apporto idrico quotidiano e far drenare i liquidi corporei. Prediligete infusi a base di tè di Giava (Ortosiphon) , Betulla, Ortica, che hanno proprietà diuretiche. Per la ritenzione idrica, tisane a base di fieno e timo sono perfette. Per la circolazione sanguigna invece l’amamelide, il finocchio, le foglie di mirtillo, la centella asiatica e la menta. Anche un’infuso di foglie di nocciolo, da acquistare essiccate in erboristeria, è ottimo per la circolazione. Vi basterà lasciare in infusione in acqua bollente per 15 minuti un cucchiaino di foglie essiccate e tritate. Stesso discorso per melassa e semi d’anice, ve ne basta un cucchiaino da lasciare in infusione in acqua bollente. L’ideale sarebbe consumare l’infuso 2 o 3 volte al giorno.

5)Pediluvi: se fatti con acqua fresca, a cui potrete aggiungere erbe  rinfrescanti (menta, lavanda, rosmarino, timo) e sali minerali, sono perfetti per migliorare la circolazione, così come brevi docce fredde.

6)Massaggi: sono famosi i trattamenti linfodrenanti che possono alleviare il gonfiore alle gambe. Se volete eseguirli da soli, provate a eseguire movimenti circolari a partire dalle caviglie con le mani, procedendo verso l’alto. Se desiderate un massaggio con olio, provate ad aggiungere alcune gocce di olio essenziale di limone o rosmarino ad un olio di base, come quello di girasole o di mandorla.

7)Gambe sollevate: è un’abitudine che funziona e che molte persone applicano per sgonfiare le gambe a fine di una giornata stancante o dopo un allenamento. Potete appoggiare le gambe su un cuscino in modo che siano leggermente rialzate oppure appoggiarle contro una parete.

8)Fitoterapia: pomate, composti in granuli a base di erbe benefiche (amamelide, arnica, rusco, ippocastano), tinture madri, sono efficaci per contrastare il fastidio del gonfiore alle gambe.

8)Impacchi all’aceto e al tè verde: ideale alla sera, vi basterà diluire 1 parte di aceto in 10 parti di acqua e immergete nel liquido dei teli di cotone che dovranno avvolgere le vostre caviglie. Lasciate agire per almeno 15 minuti. Per quanto riguarda il tè verde, lasciate in infusione durante la notte o dalla mattina alla sera le foglie in acqua bollente e successivamente filtrate il tè. Immergete nel liquido delle gare di cotona da strizzare ed applicatele sulle gambe gonfie.

 

 

 

-Greta Team Deanna