Molte case di produttori cosmetici naturali hanno iniziato ad aggiungere alle proprie formulazioni la gomma di xantano (xanthan gum nell’INCI). Questa è un carboidrato complesso ottenuto per fermentazione batterica di un idrato di carbonio semplice come il glucosio o il saccarosio. Partendo dall’amido di mais unito a ceppi naturali di xanthomonas campestris. Il batterio attua la fermentazione, si ottiene poi la gomma di xantano grezza poi purificata con etanolo ed essiccata.

Composta da monomeri di zuccheri semplici come il D-glucosio e il D-mannosio la gomma di xantano è un ottimo ingrediente per i composti cosmetici. La sua proprietà caratterizzante è quella di “rigonfiarsi” nell’acqua formando una struttura tridimensionale utile nella costituzione dei gel.

Aggiunta nei cosmetici in dosaggi compresi tra lo 0,5 e l’1% aiuta a stabilizzare la formulazione e ad aumentarne la vischiosità. Nelle emulsioni infatti evita il fenomeno di coalescenza delle boccone di olio.

Questo elemento viene spesso utilizzato anche nelle ricette di prodotti alimentari, in questo caso può creare in alcuni soggetti disturbi intestinali per il suo forte potere lassativo, pur restando un validissimo ingrediente naturale.

Se d’ora in avanti vi capiterà di incontrare la gomma di xantano in qualche formulazione cosmetica o alimentare non sarete più intimiditi da questo peculiare nome.