Deanna https://www.deannabeauty.it Natural Beauty Editors Fri, 06 Mar 2020 20:55:56 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.3.2 https://i1.wp.com/www.deannabeauty.it/wp-content/uploads/2019/06/deanna_favicon-150x150-copia.png?fit=32%2C32&ssl=1 Deanna https://www.deannabeauty.it 32 32 158356657 5 Tips Zero Waste https://www.deannabeauty.it/5-tips-zero-waste/ https://www.deannabeauty.it/5-tips-zero-waste/#respond Tue, 17 Mar 2020 08:00:11 +0000 https://www.deannabeauty.it/?p=27796 L'articolo 5 Tips Zero Waste proviene da Deanna.

]]>
 

5 consigli per iniziare ad adottare uno stile di vita ‘zero waste’

Abbracciare uno stile di vita ‘zero waste’, ovvero senza sprechi, è un percorso lungo e in costante evoluzione, soprattutto oggigiorno in cui tutto è veloce, pronto, immediato e ‘implasticato’.

Un singolo prodotto viene venduto con altri dieci materiali e strumenti annessi, senza considerare il fatto che questi ultimi verranno poi spesso gettati e non avranno ulteriore vita. Vi propongo 7 consigli zero waste, veri e propri accorgimenti da adottare per evitare lo spreco di risorse.

1)Utilizzate uno spazzolino in bambù

Al posto dello spazzolino di plastica non riciclabile, con setole di nylon, responsabili dell’emissione di 34 grammi di gas serra per ogni pezzo prodotto, con un tempo di decomposizione pari a mille anni, utilizzate quello di bambù, fatto con materiali naturali (bambù, acetato di cellulosa, bio-resine compostabili, derivati di patate, mais e grano). Le setole degli spazzolini bambù sono fatti di nylon 6, materiale asettico e biodegradabile ed il packaging è riciclabile.

2)Provate a fare in casa trucchi e prodotti per il corpo, ottimo zero waste

Dopo aver proposto tante ricette fai-da-te per promuovere la creazione di cosmetici e e non solo in casa, avrete capito che evitare di comprare eccessivamente ed essere autosufficienti il più possibile è uno step dello stile di vita zero waste. Non tutti i packaging dei trucchi bio infatti sono riciclabili, per cui crearlo in casa è un ottimo metodo per ottimizzare i materiali usati.

 

3) Evitate contenitori di plastica non riciclabile

Dal punto precedente si evince come sia fondamentale iniziare ad utilizzare contenitori in vetro, carta o materiali innovativi biodegradabili e compostabili. Da un punto di vista del Make up, conservare un prodotto in un barattolo o contenitore di vetro non altera la composizione chimica e lo mantiene a lungo. Parlando di alimenti, ormai è noto come i cibi si conservino meglio in contenitori di vetro e riescano a maniere intatto il sapore, piuttosto che in tapper di plastica (quelli più scadenti perdono perfino colore a contatto con gli alimenti).

4) Sostitute tovaglioli, fazzoletti e scottex con un tessuto riutilizzabile

‘Come una volta’ verrebbe da dire. Ebbene sì, quante nonne utilizzano ancora i fazzoletti in cotone? Se ci pensate, basta lavarlo, anche se ovviamente quando avete il raffreddore dovrete procurarvene diversi.  Un panno per asciugare i piatti, un tovagliolo in tessuto per pulirsi la bocca.  È semplice e non utilizzerete carta in eccesso

5) Coppetta mestruale al posto degli assorbenti

Ho letto tantissime opinioni in merito alle coppette mestruali, che andrebbero a sostituire i tradizionali assorbenti, rifiuti non riciclabili. L’unico punto a sfavore sarebbe la necessità di cambiarsi in posti puliti e con rubinetto, in quanto va svuotata e pulita, per il resto solo elementi positivi. La si può indossare anche fino ad 8 ore e scegliere modello e dimensione in base al proprio flusso mestruale. È comoda, poco ingombrante, non trattata con sbiancanti o cloro, totalmente anallergica e salutare, annulla il rischio di infezioni.

 

Greta – Team Deanna

L'articolo 5 Tips Zero Waste proviene da Deanna.

]]>
https://www.deannabeauty.it/5-tips-zero-waste/feed/ 0 27796
Argilla bianca, candore purificante https://www.deannabeauty.it/argilla-bianca-candore-purificante/ https://www.deannabeauty.it/argilla-bianca-candore-purificante/#respond Thu, 12 Mar 2020 08:00:40 +0000 https://www.deannabeauty.it/?p=27599 La redazione di deanna ha provato due trattamenti fatti in casa con l'argilla bianca, sono facili e veloci, scoprili nell'articolo.

L'articolo Argilla bianca, candore purificante proviene da Deanna.

]]>
L’impiego dell’argilla bianca nella cura del corpo è antico quanto l’uomo

 

Furono probabilmente i nostri antenati primitivi, dopo aver osservato la tendenza degli animali feriti di rotolarsi nel fango, ad intuirne le proprietà.

Gli egizi la utilizzavano nel processo di mummificazione. In Asia veniva usata come rimedio contro la debolezza.

I greci furono i primi esportatori di questo portentoso prodotto. L’argilla estratta nell’isola di Lemno si pensava particolarmente benefica per il corpo; infatti era venduta a peso d’oro. Poco dopo fu Plinio il Vecchio ad attestarne le proprietà, dedicandole un intero capitolo nella Naturalis Historia.

 

 

L’argilla Bianca , il cui nome scientifico è silicato idrato di alluminio, è composta principalmente da silicio e alluminio, oltre ad una lunga serie di altri importanti minerali, come magnesio, calcio e ferro.

Questa composizione fa in modo che l’argilla abbia proprietà assorbenti, antibatteriche, antisettiche, energizzanti e cicatrizzanti. Può essere quindi una validissima alleata per la cura della pelle.

 

 

Questa settimana la redazione di deanna ha provato per voi due veloci impieghi pratici di questo composto minerale.

 

Per una pelle impura e opaca

🌱 Mescolare una adeguata quantità di argilla con il doppio del suo volume in acqua tiepida, aggiungete qualche goccia di olio di germe di grano o olio di mandorle (approfondisci qui le sue proprietà), qualche foglia di salvia e applicate sul viso evitando il contorno occhi. Dopo aver lasciato in posa per almeno 20 minuti frizionate la maschera con le mani umide per un effetto purificante maggiore o sciacquate semplicemente con acqua tiepida.

Per capelli grassi e fini

🌱 Unite due cucchiai di argilla bianca con olio d’argan e olio di cocco, lasciate agire per 25 minuti sulla chioma bagnata con acqua calda. Trascorso il tempo di posa procede con il normale metodo di lavaggio.

 

Read more on Olio di Mandorle

Stay tuned on Deannabeauty

Follow us on Instagram @deannabeautyofficial

Nicolò – deanna team

L'articolo Argilla bianca, candore purificante proviene da Deanna.

]]>
https://www.deannabeauty.it/argilla-bianca-candore-purificante/feed/ 0 27599
Shampoo solido: cos’è e come usarlo https://www.deannabeauty.it/shampoo-solido-cose-e-come-usarlo-2/ https://www.deannabeauty.it/shampoo-solido-cose-e-come-usarlo-2/#respond Tue, 10 Mar 2020 08:00:33 +0000 https://www.deannabeauty.it/?p=32227 L'articolo Shampoo solido: cos’è e come usarlo proviene da Deanna.

]]>
 

Perfetto per esser portato in viaggio, economico, ecologico ma ancora poco conosciuto.

Scopriamo assieme come usarlo al meglio per ottenere benefici concreti.

A riguardo sentirete pareri contrastanti: chi ha scoperto l’America e non tornerà mai più all’uso dello shampoo liquido e chi sostiene l’inutilità dello shampoo solido per la pulizia della cute.

Gli effetti contrastanti sono spesso dovuti dal precedente uso o meno di shampoo non biologici. Gli shampoo pieni di siliconi che si trovano in commercio danneggiano la cute e vanno in contrasto con gli ingredienti dello shampoo secco, motivo per cui spesso i capelli ai primi usi di quest’ultimo possono risultare secchi, stopposi o al contrario grassi e unti.

 

Lo shampoo solido viene preparato con tensioattivi solidi (ad es. Sodium coco sulfate o Sodium lauryl sulfoacetate) ricavati dall’olio di cocco che gli conferiscono un pH meno basico e quindi più idoneo alla detersione della cute.

Ai tensioattivi solidi vengono solitamente aggiunti acqua, oli e burri vegetali nutrienti, attivi cosmetici con proprietà utili per i capelli, oli essenziali per conferirgli un’azione specifica ed eventuali fragranze naturali per profumarlo e coloranti vegetali per renderne più gradevole l’aspetto estetico.

Perché utilizzarlo?

Come accennato precedentemente, offre vantaggi importanti sia per la persona che per l’ambiente, in quanto si tratta di un prodotto ECOLOGICO che non prevede l’uso di imballaggi di plastica riducendo l’inquinamento. Inoltre, è un prodotto ECONOMICO, dura più a lungo di uno shampoo liquido (con 100 grammi di shampoo solido è possibile effettuare fino a 80 lavaggi) ed è NATURALE, infatti la maggior parte delle case cosmetiche che lo producono presta attenzione agli ingredienti, proponendo formulazioni molto naturali a base di oli nutrienti.

Perfetto da portare in VIAGGIO: occupa poco spazio e non è liquido, non bisogna seguire perciò le norme sul limite dei liquidi nel bagaglio a mano.

Tips per utilizzare al meglio lo shampoo solido

Si è detto che nella fase di passaggio da uno shampoo liquido ad uno solido il risultato potrebbe essere deludente, soprattutto se in precedenza non si era soliti usare prodotti biologici. Nonostante io abbia iniziato ad utilizzare esclusivamente shampoo e balsami biologici, ho riscontrato un effetto non del tutto positivo al primo uso dello shampoo solido: capelli stopposi e pieni di nodi.

Vi svelo quindi alcuni accorgimenti per ovviare al problema:

🌱 Lo shampoo solido ha un ph basico mentre la nostra cute e i capelli hanno un ph acido. Bisogna quindi riequilibrare il ph e riportarlo ai normali valori acidi: dopo aver lavato i capelli con lo shampoo solido procedere con un lavaggio a base di acqua calda e aceto oppure acqua fredda e limone (un cucchiaio in un litro d’acqua).

🌱 Evitate di utilizzarlo strofinandolo direttamente sulla testa, ma riempite una bacinella con acqua tiepida, immergete il sapone e i capelli, in modo da farli bagnare e insaponare contemporaneamente. Per insistere su alcune zone specifiche insaponatevi le mani e applicate il sapone leggermente schiumato sui capelli. Dopo averli ben sciacquati procedete ad un lavaggio con aceto o limone e lasciate in posa per un paio di minuti prima di procedere normalmente con l’asciugatura.

🌱 Per quanto riguarda la conservazione dello shampoo, per evitare che si rovini, lasciarlo asciugare su un piano aerato per poi riporlo all’interno di un contenitore.

Tra i migliori shampoo secco in commercio (acquistabili anche online, su amazon):

Shampoo solido Lamazuna: ho provato diverse versioni degli shampoo solidi Lamazuna, e personalmente ne sono sempre rimasta soddisfatta. Ottimo potere lavante, non seccano i capelli e sono maneggevoli. Il prezzo è più alto rispetto ad altre marche ( intorno ai 10-13 euro) ma ne vale la pena per la qualità.

Shampoo solido Bomb Cosmetics

Shampoo solido Douce Nature

-Shampoo solido Funky Soap

Shampoo solido Secrets de Provence

 

Stay tuned on deannabeauty

Follow us on Instagram @deannabeautyofficial

Greta – Team Deanna

L'articolo Shampoo solido: cos’è e come usarlo proviene da Deanna.

]]>
https://www.deannabeauty.it/shampoo-solido-cose-e-come-usarlo-2/feed/ 0 32227
SOKKAR, la ceretta araba low cost fai-da-te https://www.deannabeauty.it/sokkar-la-ceretta-araba-low-cost-fai-da-te-2/ https://www.deannabeauty.it/sokkar-la-ceretta-araba-low-cost-fai-da-te-2/#respond Thu, 05 Mar 2020 08:00:07 +0000 https://www.deannabeauty.it/?p=32216 L'articolo SOKKAR, la ceretta araba low cost fai-da-te proviene da Deanna.

]]>
 

Sokkar: perfetta per pelli sensibili e delicate, a basso costo e totalmente naturale 🌿

Sokkar è la ceretta araba con origini millenarie ( pare fosse Cleopatra e le sue ancelle ad averla utilizzata per prime) ma in pochi la conoscono in Occidente. Permette di ottenere una depilazione efficace e duratura su tutto il corpo (fino a 4 settimane), senza irritare la pelle.

 

Realizzare in casa la ceretta Sokkar è davvero semplice e vi occorrono pochi ingredienti di uso comune ed economici:

INGREDIENTI:

  • 250 g di zucchero
  • 30 ml di acqua
  • 30 ml di succo di limone
  • 2 cucchiai di miele

PROCEDIMENTO:

🌸 Versare gli ingredienti in un pentolino antiaderente, lasciateli amalgamare con l’aiuto di un cucchiaio di legno e scioglieteli fino a raggiungere la temperatura di ebollizione. Per i primi 10 minuti di cottura a bagnomaria è necessario mescolare spesso per evitare che il composto di addensi troppo.

🌸 Abbassare la fiamma e lasciare il composto sul fuoco per circa 10-15 minuti. Quando ha assunto una colorazione giallo-ambrato, spegnete il fuoco e lasciatelo intiepidire.

🌸 Nel momento in cui è possibile maneggiare il composto non troppo caldo, è possibile modellarlo. Si deve realizzare una pallina da stendere direttamente sulle parti del corpo da depilare. La lavorazione del composto con le dita è uno dei passaggi più delicati per ottenere risultati ottimali.

🌸 A questo punto occorre strappare con decisione in direzione contraria a quella della crescita del pelo.

 

 

La pallina così ottenuta può anche non essere utilizzata subito. Conservata in frigo, può essere nuovamente maneggiata e stesa così da renderla pronta per la depilazione.

Una volta terminata la depilazione, è preferibile applicare una crema lenitiva a base di aloe o olio di oliva sulla pelle arrossata.

Leggi qui per approfondimenti sul gel d’aloe

Vuoi fare in casa il gel d’aole? qui una ricetta per te

Stay Tuned on deannabeauty

Follow us on Instagram @deannabeautyofficial

Greta – Team Deanna

L'articolo SOKKAR, la ceretta araba low cost fai-da-te proviene da Deanna.

]]>
https://www.deannabeauty.it/sokkar-la-ceretta-araba-low-cost-fai-da-te-2/feed/ 0 32216
Tingere i capelli bianchi con l’Hennè – Pro e Contro https://www.deannabeauty.it/tingere-i-capelli-bianchi-con-lhenne-pro-e-contro/ https://www.deannabeauty.it/tingere-i-capelli-bianchi-con-lhenne-pro-e-contro/#comments Tue, 03 Mar 2020 08:00:46 +0000 https://www.deannabeauty.it/?p=26997 Tingere i capelli bianchi con l'Hennè - Pro e Contro

L'articolo Tingere i capelli bianchi con l’Hennè – Pro e Contro proviene da Deanna.

]]>
La tintura dei capelli bianchi è possibile con l’henné, che trasferisce il colore rosso sul capello legandosi ad esso. Con l’aggiunta di erbe tintorie al composto è possibile ottenere il colore castano in tutte le variazioni e gradazioni desiderate, dipende dalla composizione del mix tintoreo adottata e dalla tipologia di capello. Dopo pochi esperimenti si scopre da sole il mix perfetto per il colore desiderato sui nostri capelli.

 

🍃 Pro della tintura con l’henné:

  1. prodotti naturali, sono erbe pure
  2. cute rigenerata, le erbe tintorie nutrono la cute
  3. capelli rinforzati e luminosi
  4. capelli più puliti sempre, l’henné si lega al capello e questo tende a sporcarsi molto meno
  5. capelli rinforzati e luminosi

per citarne i principali

 

 

🍂 Contro della tintura con Hennè:

  1. lunghi tempi di posa
  2. organizzazione del lavoro di tintura più accurato, si tende a sporcare maggiormente, sia per la posa che nel risciacquo
  3. odore di erbe abbastanza intenso che può non piacere (noi lo adoriamo)
  4. prime colorazioni non esattamente in linea con i nostri desiderata, ci deve essere propensione alla sperimentazione

 

La nostra esperienza

Abbiamo testato Hennè ed erbe tintorie per tingere i capelli bianchi e ottenere un castano chiaro.

 

🌱 Il primo ciclo lo abbiamo fatto in due passaggi:

1) impacco concentrato di Hennè per la copertura dei bianchi ed uniformare tutto il capello

  • 30 gr Lawsonia (Hennè) – 40gr (Katam) – 30gr Cassia -> per 2 ore su tutta la lunghezza dei capelli dalla radice

2) impacco uniformante  per togliere il rosso dalle radici

  • 20 gr Lawsonia (Hennè) – 30gr (Katam) – 40gr Cassia -> per 2 ore su tutta la lunghezza dei capelli dalla radice

🌱 Il secondo ciclo lo abbiamo fatto dopo 3 settimane circa per coprire i nuovi capelli bianchi, in un solo passaggio:

  • 30 gr Lawsonia (Hennè) – 50gr (Katam) – 20gr Cassia -> per 2 ore solo sulle radici radice

 

🌱 Il terzo ciclo abbiamo ripetuto l’ultimo mix questa volta solo sulle radici per coprire i capelli bianchi, e sulla lunghezza del capello fino alle punte abbiamo fatto un mix di Cassia, yoghurt bianco e acqua tiepida.

 

Il risciacquo dagli impacchi è molto semplice solo con acqua tiepida per almeno 15 minuti in modo da togliere ogni residuo.

I capelli vanno poi lavati preferibilmente con erbe lavanti come il Sidir, sarebbe meglio evitare lo shampoo prima di 3/4 giorni per dar modo all’henné di agire sul capello.

Noterete che il colore cambia un pò nei giorni seguenti.

 

 

Una volta intrapresa questa strada, non tornerete più indietro, il capello e la cute sono rigenerati nella struttura, più folti e lucenti.

Per saperne di più:

Tingere i capelli bianchi in modo naturale, con le erbe tintorie

Botanea: una rivoluzione per i capelli bianchi

 

E tu hai mai provato le erbe tintorie? Ci racconti la tua esperienza?

Stay Tuned on DeannaBeauty

Follow us on instagram @deannabeautyofficial

L'articolo Tingere i capelli bianchi con l’Hennè – Pro e Contro proviene da Deanna.

]]>
https://www.deannabeauty.it/tingere-i-capelli-bianchi-con-lhenne-pro-e-contro/feed/ 1 26997
Capelli sani e corposi: menù e consigli https://www.deannabeauty.it/capelli-sani-e-corposi-menu-e-consigli/ https://www.deannabeauty.it/capelli-sani-e-corposi-menu-e-consigli/#respond Fri, 28 Feb 2020 08:00:06 +0000 https://www.deannabeauty.it/?p=31981 Nell'artiicolo propongo una spiegazione sulle possibili cause di un capello sfibrato, spento, non sano e delle soluzioni utili a risolvere il problema. Una di esse è una proposta di menù dal risveglio al dolce serale.

L'articolo Capelli sani e corposi: menù e consigli proviene da Deanna.

]]>
I nostri consigli alimentari, cosmetici e di vita per avere capelli sani e corposi

 

Capelli sani e corposi

Come ben sappiamo, molti prodotti homemade e non solo possono giocare un ruolo di fondamentale importanza per la nostra salute e aspetto estetico, ma quel che non deve mancare per un benessere interiore ed esteriore è un buona nutrizione. Capelli mal nutriti, unghie che si spezzano, pelle secca, invecchiamento precoce e via dicendo, sono spesso dovuti ad una cattiva o scarsa alimentazione.

Pensiamo ai capelli, sono formati da una proteina strutturale detta Cheratina, sintetizzata a partire dagli amminoacidi solforati che si trovano principalmente in proteine e cereali.

senza queste molecole l’anabolismo non avviene e la relativa carenza nutrizionale può determinare la diminuzione della crescita, fragilità, diradamento dei capelli. Fondamentali per un capello sano e forte sono inoltre le vitamine, soprattutto la B e C. Tra le vitamine del complesso B, la B5 (acido pantotenico) è una vera e propria vitamina anticaduta, presente sia in vegetali che carni animali.

La Piridossina (B6), Biotina (vitamina H), così come la Niacina (vitamina PP), sono indispensabili per in mantenimento dell’integrità cutanea del tessuto in crescita, presenti in carne e uova.

La vitamina C si trova soprattutto negli alimenti di origine vegetale: peperoncino, agrumi e prezzemolo.

Anche rame (presente in anacardi, albicocche, ceci, lenticchie, purea di sesamo, semi di zucca, noce di cocco), magnesio (si trova nel lievito di birra, ceci, pistacchi, banane, sesamo, salmone, prugne secche, noci) e zolfo (nelle uova, noci, mandorle, broccoli, cavoli, nocciole, lenticchie, rape, cipolle, aglio, porri, ravanelli e asparagi) rafforzano e riossigenano il cuoio capelluto, limitando la caduta.

 

A TAVOLA:

Pancake vaniglia, carota, arancia e mandarino

🌱 Spirulina

🌱 Semi di zucca

🌱 Prezzemolo

🌱 Lenticchie

🌱 Spinaci

🌱 Uova

🌱 Germe di grano

🌱 Fagioli bianchi

🌱 Cereali integrali

🌱 Ananas

🌱 Lievito di birra

🌱 Cacao

Alcuni sostengono che non bisognerebbe bere tè verde prima, durante e dopo i pasti,, perché impedisce l’assimilazione del ferro e una buona crescita capillare, ma non ci sono ancora studi fondati e ricerche scientifiche valide che possano provare tale teoria.

Menù ideale per restare in forma e in salute, con capelli radiosi e forti.

🌿RISVEGLIO: Spremere in un bicchiere di acqua tiepida del succo di limone

🌿COLAZIONE: Pancake Arancia, Carota e Vaniglia (Unire 120 ml di albume a 50 gr di farina. Aggiungere della scorza di limone, aroma di vaniglia e mescolare. Unire infine spicchi di arancia, 50 gr di carota precedentemente grattugiata e il lievito. Cuocere in un pentolino da 12-14 cm per circa 10-15 min fino a che la superficie non sarà rappresa, girarlo e cuocere dall’altro lato)

🌿PRANZO: Miglio con Hamburger di soia, lenticchie, spinaci e olio extra vergine d’oliva.

🌿SNACK: yogurt con mandorle e ananas, ricco di vitamina C.

🌿CENA: Cuocere della patate dolci al forno o in padella con salmone e una volta cotti, aggiungere a crudo1 cucchiaio di burro d’arachidi fatto in casa, frullando semplicemente le arachidi in un mixer.

🌿DOLCE: Budino di cioccolato e fragole (Unire in un pentolino riscaldato 30 gr di farina con 10 gr di fondente e un filo d’acqua. Mescolare fino a creare una crema omogenea e aggiungere l’albume. Continuare a mescolare per evitare grumi fino ad ottenere la consistenza desiderata. Aggiungere infine le fragole tagliate finemente.)

 

RIMEDI COSMETICI:

🌹 OLIO DI RICINO: da applicare sul cuoio capelluto, ricco di minerali, antibatterico e in grado di stimolare l’ossigenazione della cute.

🌹 Per la cura dei capelli hai mai pensato ad IMPACCHI DI HENNE’? Le erbe tintorie sono ottime anche per coprire i capelli bianchi. read more.

🌹 Leggi anche il nostro articolo sui rimedi naturali per la cura dei capelli, read more.

🌹 Prova la maschera fai da te per dare nuova vita ai tuoi capelli, read more.

 

STAY TUNED on deannabeauty

Follow us on Instagram @deannabeautyofficial

 

Greta _ Team Deanna

L'articolo Capelli sani e corposi: menù e consigli proviene da Deanna.

]]>
https://www.deannabeauty.it/capelli-sani-e-corposi-menu-e-consigli/feed/ 0 31981
The last bee https://www.deannabeauty.it/the-last-bee/ https://www.deannabeauty.it/the-last-bee/#respond Tue, 25 Feb 2020 08:00:21 +0000 https://www.deannabeauty.it/?p=31845 The Queen Privilegi e doveri, amori, congiure e destituzioni: vita da sovrana con la sua complessa famiglia. È il motore (spesso) immobile dell'alveare, madre di tutte le api della colonia, leader indiscusso dell'arnia: è l'ape regina, cardine di una delle società più perfette del regno animale. L’ape regina è una monarca illuminata: impartisce si ordini [...]

L'articolo The last bee proviene da Deanna.

]]>
The Queen

Privilegi e doveri, amori, congiure e destituzioni: vita da sovrana con la sua complessa famiglia.

È il motore (spesso) immobile dell’alveare, madre di tutte le api della colonia, leader indiscusso dell’arnia: è l’ape regina, cardine di una delle società più perfette del regno animale.

L’ape regina è una monarca illuminata: impartisce si ordini ai suoi sudditi ma in realtà una colonia di api è più vicina a una democrazia che a una monarchia. Per quanto, infatti, con i suoi feromoni, l’ape regina sia in grado di influenzare alcuni comportamenti delle sue operaie, queste sono capaci di prendere decisioni a maggioranza senza consultare la regnante. Un esempio è la scelta del sito verso il quale la famiglia sciamerà, una decisione nella quale ogni operaia è chiamata ad esprimere il proprio voto.

 

Come nasce una regina?

La deposizione delle uova è il principale compito di un’ape regina, la quale può deporre uova non fecondate e fecondate. Mentre il destino delle uova non fecondate è segnato (potranno dare origine solo a dei fuchi, i maschi della colonia), dalle uova fecondate possono nascere api operaie oppure una nuova regina.

 

Tutto dipende dall’alimentazione che le operaie forniscono alle larve. Nei primi giorni infatti tutte le larve vengono nutrite con la pappa reale. A partire dal quarto giorno, alla larva operaia viene fatta cambiare dieta e dalla pappa reale si passa ad un’alimentazione a base di miele e polline. 

La pappa reale “fa miracoli”: grazie alle sue proprietà nutrienti, le api che diverranno regine incrementano il loro peso larvale di 1500-2000 volte. La regina, alimentata per tutta la vita a pappa reale, vivrà 3-4 anni; le operaie, soltanto per 45, faticosissimi giorni. Dopo 16 giorni di metamorfosi (per la regina), 21 (per le operaie) o 24 (per i fuchi), le larve raggiungono la piena maturità, ma già entro i primi 10 giorni, l’ape regina si accoppia con uno o più fuchi.

 

Se le api operaie dovessero decidere di volere una nuova regina, basterà loro nutrire una larva con pappa reale per tutta la durata del suo sviluppo per ottenere una nuova regina.

 

La Società perfetta

Cos’è un monarca senza i propri sudditi? 

Questo vale anche per l’ape regina, costantemente circondata da un gruppo di ancelle che si occupano di tenerla pulita, in ordine, ma anche di sfamarla digerendo il cibo per lei. L’ape regina ha un ruolo molto importante, deporre le uova, e non è dotata delle stesse ghiandole che le operaie usano per digerire il cibo. Per nutrirla le sue ancelle le forniscono cibo predigerito. Se non avesse le sue fedelissime api a servirla, non potrebbe sopravvivere un giorno.

 

 

Passaggio di scettro

Quando la regina non è più in grado di sostenere ritmi così serrati di produzione delle uova – in genere, dopo 3 anni di “onorato servizio” – viene sostituita o intraprende una sorta di fuga in grande stile, la sciamatura. La regina comunica con le operaie attraverso sostanze chimiche, i feromoni, con i quali, tra le altre cose, inibisce la costruzione di nuove celle reali (in cui possano crescere nuove regine). Quando la sovrana invecchia o le operaie sono troppe, i feromoni che produce non bastano a inibire del tutto la costruzione di celle reali: inizia così la “febbre sciamatoria”.

 

L’Erede al trono

Il nuovo sciame può essere paragonato a un figlio del primo alveare, partorito e lasciato al mondo, giovane e pieno di energia costruttiva.

Può sembrare un controsenso che a iniziarlo sia un’ape vecchia, ma la regina “matura” è l’unica già in grado di produrre velocemente nuove operaie senza bisogno di accoppiarsi di nuovo.

Una volta stabilita una colonia autosufficiente, dopo un anno al massimo, morirà e sarà sostituita da una nuova leader, giovane e con tutta la vita davanti.

 

La strage delle api

Le api preziose alleate dell’uomo sono a rischio estinzione

Noi esseri umani alleviamo api da oltre quattromila anni (lo testimoniano i bassorilievi della tomba di Niuserra, re egizio della V dinastia, vissuto nel 2400 a.C.). Ma per quanto tempo ancora potremo farlo? Oggi, ormai lo sappiamo, le api sono in pericolo.

Dati alla mano, negli ultimi cinque anni sono scomparsi 10 milioni di alveari nel mondo, con un ritmo di quasi 2 milioni all’anno. Oltre 200 mila soltanto in Italia. A ucciderli sono i pesticidi chimici, parassiti come la varroa destructor (un acaro che si nutre delle api e trasmette loro un virus letale) e il cambiamento climatico.

 

ll ruolo delle api è fondamentale per la produzione alimentare e per l’ambiente. E in questo, sono aiutate anche da altri insetti come bombi o farfalle. Un terzo del nostro cibo  dipende dall’impollinazione degli insetti: solo in Europa, oltre 4.000 tipi di verdure. Purtroppo, le api sono in declino, minacciate da pesticidi, perdita di habitat, monocolture, parassiti, malattie e cambiamenti climatici. In particolare, alcuni pesticidi costituiscono un rischio diretto per gli impollinatori: l’eliminazione delle sostanze chimiche più pericolose per le api è quindi il primo e più efficace passo da adottare per difenderli. 

 

Cosa possiamo fare noi in concreto? aderire al programma Greenpeace, tutte le informazioni sulla iniziativa Save the bees!

 

Per saperne di più sull’argomento link al reportage di Presa Diretta

 

STAY TUNED on DeannaBeauty

Follow us on Instagram @deannabeautyofficial

L'articolo The last bee proviene da Deanna.

]]>
https://www.deannabeauty.it/the-last-bee/feed/ 0 31845
Cosmesi naturale e Bio, perché preferirla 🌿 https://www.deannabeauty.it/cosmesi-naturale-e-bio/ https://www.deannabeauty.it/cosmesi-naturale-e-bio/#respond Thu, 20 Feb 2020 08:00:45 +0000 https://www.deannabeauty.it/?p=31838 L'articolo Cosmesi naturale e Bio, perché preferirla 🌿 proviene da Deanna.

]]>
 

La formula dell’eterna giovinezza per la pelle

 

La pelle è l’organo più esteso presente nel corpo umano.

Fa parte dell’apparato tegumentario e può arrivare ad avere una superficie di 2 metri quadrati. Le sue funzioni principali sono: 🌿 protezione contro agenti patogeni, tattile per via di tutte le terminazioni nervose che contiene, 🌿 di regolazione termica e 🌿 riserva dato che può concentrare una barriera di lipidi che consente la sintesi di sostanze importanti quali la vitamina D3.

 

 

Si stima che una persona che applichi quotidianamente cosmetici possa accumularne circa 2kg nel corso di un intero anno. Questi numeri dovrebbero far riflettere sulla cura che si dovrebbe riporre nella scelta dei prodotti adeguati alla propria cute.

 

Generalmente i prodotti in commercio

Sono costituiti da una parte “grassa” composta da oli minerali, vaselina, petrolati, paraffina e siliconi. Questi sono elementi provenienti dall’industria petrolchimica che, a causa della differenza cellulare, non vengono assorbiti dalla pelle o dai capelli. Creano invece una pellicola, una sorta di film cutaneo, che impedisce la corretta ossigenazione del derma. In questo modo si facilita, nel caso di soggetti predisposti, l’insorgenza di acne o dermatiti allergiche.

 

 

Al contrario i prodotti naturali

Contengono nella loro parte “grassa” oli naturali e cere che grazie ad una composizione semplice e sostanze emulsionanti naturali vengono completamente assorbiti dalla pelle. Rispettano l’idratazione, l’ossigenazione e il ph. Inoltre ricordate che un prodotto per poter essere definito “bio” deve essere composto per il 95% da ingredienti naturali. Di questi almeno il 20% deve provenire da agricoltura biologica, invece la percentuale massima di additivi non deve superare il 2%.

 

Transizione alla bio cosmesi

Tenete in considerazione che se è d’abitudine l’uso di cosmetici tradizionali, il passaggio a quelli biologici potrebbe mostrare una prima fase in cui pelle e capelli sembrino peggiorati.

Ciò è dovuto all’eliminazione del film di siliconi e petrolati presenti sul nostro organo, che inizierà a mostrarsi come appare al naturale.

Bisogna aspettare circa un mese per la transizione da quella che viene definita “fase shock.”

 

 

 

 

Ricordate che più un prodotto è organico e naturale più produce effetti molto positivi sul lungo termine, quindi munitevi di pazienza e perseveranza con la consapevolezza di fare qualcosa di positivo per il vostro corpo e per l’ambiente.

Cosmesi naturale: esiste realmente? read more

 

Stay tuned on deannabeauty

Follow us on Instagram @deannabeautyofficial

L'articolo Cosmesi naturale e Bio, perché preferirla 🌿 proviene da Deanna.

]]>
https://www.deannabeauty.it/cosmesi-naturale-e-bio/feed/ 0 31838
Sapone di Aleppo, tra innovazione, storia e tradizione. https://www.deannabeauty.it/sapone-di-aleppo-tra-innovazione-storia-e-tradizione-2/ https://www.deannabeauty.it/sapone-di-aleppo-tra-innovazione-storia-e-tradizione-2/#respond Tue, 18 Feb 2020 08:00:35 +0000 https://www.deannabeauty.it/?p=31833 Il sapone millenario originario della città siriana di Aleppo, scoprite la sua storia.

L'articolo Sapone di Aleppo, tra innovazione, storia e tradizione. proviene da Deanna.

]]>
 

Il sapone di Aleppo è un grande alleato per le pelli sensibili

Proveniente da un’antichissima tradizione, il sapone di Aleppo ha molte caratteristiche che lo rendono ottimo per la bellezza e la salute della pelle del viso e del corpo.

 

Rappresenta una delle più antiche ricette per la pulizia corporea. Ritrovamenti archeologici hanno dimostrato che già la civiltà babilonese produceva sostanze molto simili a questo sapone con ingredienti semplici e naturali. Barattoli che ne riportano la composizione sono stati datati XXIX secoli prima della nascita di Cristo.

Secondo la tradizione si ottiene attraverso la saponificazione dell’olio d’oliva facendolo cuocere miscelato alla liscivia, sostanza alcalina derivata dall’ebollizione delle ceneri d’olivo. In seguito all’aggiunta dell’oleolita d’alloro il composto deve riposare per circa nove mesi. In origine veniva prodotto esclusivamente nella città siriana di Aleppo.

 

 

Proprietà del Sapone di Aleppo

 

Deve le sue proprietà agli ingredienti naturali che lo compongono, i componenti del sapone di Aleppo hanno proprietà benefiche per la nostra cura del corpo, in particolare della pelle e dei capelli.

L’Olio di alloro, che può essere presente in percentuali che variano dal 4 al 60%, vanta proprietà antisettiche, antibiotiche e antifungine. Nutre la pelle in profondità aprendo i pori ed eliminando i batteri.

L’Olio d’Oliva invece, grazie alla ricchezza di vitamina E e polifenoli, ha proprietà antiossidanti, anti-età e emollienti, oltre ad essere nutriente, lenitivo e rigenerante per la pelle.

 

 

 

 

Come usare il Sapone di Aleppo

Grazie alle sue qualità il sapone di Aleppo si rivela perfetto per l’igiene quotidiana, come struccante e persino come shampoo delicato.

Ideale per le pelli più sensibili come quelle dei bambini o quelle affette da dermatiti e rossori. I suoi impieghi sono molteplici, oltre ad essere perfetto per l’igiene personale quotidiana di viso e mani, il sapone di aleppo si rivela un ottimo struccante per il viso, adatto alla rasatura degli uomini e alla depilazione delle donne.

Può essere impiegato come maschera di bellezza nutriente e purificante, basterà lasciare agire la sua schiuma per 5 minuti.

 

 

 

 

Usato come shampoo per i capelli dona lucentezza, corposità, purifica il cuoio capelluto spazzando via la forfora e ne previene la caduta dei capelli (cambio stagione non ti temiamo!) ma abbiate l’accortezza di risciacquare con acqua e aceto per ripristinare il pH ottimale.

L’effetto lenitivo garantito dai suoi ingredienti si dimostra efficace contro punture di insetti, acne, punti neri, herpes e arrossamenti.

 

 

 

Qualche altro trucco oltre agli effetti cosmetici e curativi sopracitati:

🌿 Mettete dei pezzi di sapone nei cassetti o negli armadi per un effetto antitarme

🌿 Riducetelo in scaglie con una grattugia e utilizzatelo come detersivo per il bucato, sia a mano che in lavatrice.

 

Infine, per mantenerne intatte le proprietà, preferite sempre un portasapone di legno. E se non ne gradite l’odore, optate per una versione profumata con oli essenziali naturali o con erbe.

 

Stay tuned on deannabeauty

Follow us on Instagram @deannabeautyofficial

L'articolo Sapone di Aleppo, tra innovazione, storia e tradizione. proviene da Deanna.

]]>
https://www.deannabeauty.it/sapone-di-aleppo-tra-innovazione-storia-e-tradizione-2/feed/ 0 31833
Pelle Secca: Menù e consigli https://www.deannabeauty.it/pelle-secca-menu-e-consigli/ https://www.deannabeauty.it/pelle-secca-menu-e-consigli/#respond Thu, 13 Feb 2020 08:00:56 +0000 https://www.deannabeauty.it/?p=31821 L'articolo Pelle Secca: Menù e consigli proviene da Deanna.

]]>
 

I nostri consigli alimentari e cosmetici da seguire nella quotidianità per non avere pelle secca

No ai detergenti invasivi, sì agli olii vegetali: nutriamo la pelle secca

 

Autunno/Inverno, pelle secca che tira e si screpola provocando perfino piccoli tagli e un fastidio perenne. Basta una crema? Forse per alcuni si, ma di certo non tutti i giorni. Capiamo brevemente il perché avviene questo fenomeno: la pelle non produce sebo a sufficienza. La pellicola idrolipidica (barriera naturale contro le aggressioni) si degrada e non riesce più a trattenere l’acqua.

Per ovviare al problema, si possono utilizzare acidi grassi essenziali che migliorano l’elasticità della pelle, si tratta infatti di agenti antinfiammatori che calmano le irritazioni e rinforzano la barriera idrolipidica.

RIMEDI COSMETICI

• OLI VEGETALI: puntare sull’olio di jojoba dalla composizione simile al sebo. Vi starete chiedendo cosa sia la jojoba visto che il nome può risultare stravagante, si tratta di un frutto simile ad un’arachide utilizzato per scopi officinali. Ne basta qualche goccia la mattina e la sera. Read More sugli olii vegetali

• BURRO DI KARITE’:oltre a nutrire la pelle è cicatrizzante, protettivo ed elasticizzante. Read More sul burro di Karitè

•NO AI DETERGENTI ESFOLIANTI: bandite i detergenti esfolianti a base di tensioattivi irritanti (per esempio, i solfati)

•NO AI COSMETICI CHE CONTENGONO ALCOL.

 

 

A TAVOLA

Vi presentiamo nel dettaglio tutti gli ingredienti per nutrirvi e idratarvi che potrebbero comporre una giornata a base di benessere, dal risveglio alla dolce serale.

🍃Alghe

🍃Semi di chia, lino , girasole

🍃Salmone

🍃Olii (Cardamo, Borragine, Oliva, Onagro)

🍃Pistacchi

🍃Avocado

🍃Anacardi

🍃Noci

🍃Noci Pecan

 

 

MENÙ

AL RISVEGLIO: Spremete del succo di limone in un bicchiere con acqua tiepida.

 

COLAZIONE: Porridge caldo con cioccolato e nocciole antietà.

PRANZO: Insalata di quinoa mineralizzante con broccoli, olio evo e semi di chia, accompagnata da  clafoutis e tofu.

SPUNTINO: una manciata di granola + un green smoothie ( frullare 1/2 banana, yogurt greco, 1 cucchiaino di olio di cocco, 2 foglie di cavolo nero, 1 cucchiaio di succo di aloe vera, 1/2 mela verde).

CENA: Riso nero antiossidante con salmone, zucchine e avocado.

DOLCE: 🍰Cheesecake cocco, cardamomo e pistacchio ( base di fette biscottate tritate + un goccio di latte e cardamomo in polvere, crema di yogurt greco con albume+latte di cocco+ agar agar cotti in pentolino per alcuni minuti, chips di cocco e pistacchi tritati come decorazione).

 

 

Stay Tuned on deannabeauty

Follow us on Instagram @deannabeautyofficial

L'articolo Pelle Secca: Menù e consigli proviene da Deanna.

]]>
https://www.deannabeauty.it/pelle-secca-menu-e-consigli/feed/ 0 31821
indie brands https://www.deannabeauty.it/a-breath-of-fresh-air-for-natural-and-organic-cosmetics/ https://www.deannabeauty.it/a-breath-of-fresh-air-for-natural-and-organic-cosmetics/#respond Tue, 11 Feb 2020 08:00:28 +0000 https://www.deannabeauty.it/?p=31779 A breath of fresh air for natural and organic cosmetics Innovative, independent, international and young are the characteristics of a new aspirational generation of beauty brands. It’s no secret that independent, innovative young companies with a mission of sustainability are increasingly influencing the beauty sector and setting trends. The indie brands are mainly focused on organic, [...]

L'articolo indie brands proviene da Deanna.

]]>
A breath of fresh air for natural and organic cosmetics

Innovative, independent, international and young are the characteristics of a new aspirational generation of beauty brands.

It’s no secret that independent, innovative young companies with a mission of sustainability are increasingly influencing the beauty sector and setting trends. The indie brands are mainly focused on organic, natural and green.

At the beginning of the year, Tina Müller, CEO of Douglas GmbH, explained: 

 

“The founder stories of the indie brands are just as individual as the understanding of beauty in our society.” At Douglas, sales of these brands grew three times faster than established brand names in the last seven years.

 

 

This general trend in the beauty market also applies to the natural and organic cosmetic sector.

Increasingly, consumers are seeking individualised natural products tailored to their personal needs. They want these products to suit their lifestyle and beauty care rituals but at the same time satisfy ethical requirements and avoid damaging the environment.

“Our world is changing at breakneck speed with huge ramifications,”

said Wolf Lüdge, Managing Director of naturkosmetik verlag, at the Natural Cosmetics Conference in Berlin in the autumn.

 

“The concept of ‘living consciously and mindfully’ is becoming less of a trend and more of a necessity.” Innovative solutions are not just required in the formulations of natural and organic cosmetic brands but also in their packaging.

 

 

 

For a growing number of conscious consumers, sustainability and avoiding plastic are becoming more and more important.

Striking proof of the need for forward-looking solutions is the sharply increasing number of people using natural and organic cosmetic products for beauty and skin care. According to Elfriede Dambacher from naturkosmetik konzepte, natural and organic cosmetic sales in the German market were up eight percent in the first half of 2019 to EUR 1.26 billion.

The forecast is that both the cosmetic industry and the markets will undergo a deep-seated transformation.

That makes it all the more important to meet to learn about the latest developments and trends…

Waiting for VIVANESS 2020

As an international exhibition, VIVANESS provides annual inspiration and encouragement. From 12 to 15 February 2020, the international market place for natural and organic cosmetics.

Vivaness 2020 Newsroom

STAY TUNED on DeannaBeauty

Follow us on Instagram @deannabeautyofficial

L'articolo indie brands proviene da Deanna.

]]>
https://www.deannabeauty.it/a-breath-of-fresh-air-for-natural-and-organic-cosmetics/feed/ 0 31779
Importanza della detersione per affinità https://www.deannabeauty.it/importanza-della-detersione-per-affinita-2/ https://www.deannabeauty.it/importanza-della-detersione-per-affinita-2/#respond Thu, 06 Feb 2020 08:00:39 +0000 https://www.deannabeauty.it/?p=31816 In questo estratto si enumerano i vantaggi della detersione per affinità, molto più delicata e nutriente per l'epidermide.

L'articolo Importanza della detersione per affinità proviene da Deanna.

]]>
 


La detersione per “affinità” garantisce una maggiore delicatezza nei confronti di pelle e capelli.

Infatti questa pulizia si basa sulla presenza di una sostanza oleosa o grassa che possiede affinità con il film idrolipidico.

È proprio grazie a questa affinità chimica che il detergente si lega con lo sporco che sarà poi rimosso grazie al risciacquo.

 

 

Può considerarsi detenzione per “affinità” quella effettuata attraverso l’ausilio di olii vegetali, come l’olio di mandorle o di germe di grano, che massaggiati sulla pelle inumidita e poi risciacquati eliminano impurità e idratano a fondo.

La maggior parte dei detergenti per la cura di pelle e capelli sono formulati con tensioattivi, ovvero degli sgrassanti che attaccano le secrezioni sebacee rimuovendole. Questo metodo definito per “contrasto” risulta aggressivo per l’epidermide in quanto indebolisce il film idrolipidico della pelle e la cheratina dei capelli.

 

Fin dall’antichità l’uomo ha cercato modi per pulire la propria pelle: gli Indios del sud America frizionavano ceneri sul corpo per poi immergersi nell’acqua. Greci e Romani in seguito ai bagni termali passavano sulle membra lo strigile, strumento in bronzo formato da una protuberanza ricurva che aiutava l’eliminazione del sebo e delle impurità. La storia ha poi regalato altri peculiari metodi di pulizia: nel settecento la convinzione che l’acqua fosse malsana portò alla moda della detersione a secco con l’ausilio di crusca o ciprie.

Furono gli arabi infine a gettare le basi per i moderni saponi con l’introduzione di quello a base di soda caustica.

 

 

Stay tuned on deannabeauty

Follow us on Instagram @deannabeautyofficial

 

 

L'articolo Importanza della detersione per affinità proviene da Deanna.

]]>
https://www.deannabeauty.it/importanza-della-detersione-per-affinita-2/feed/ 0 31816